Una terra, le sue storie

Cinque pack ispirati agli straordinari miti della Sicilia

Scilla e Cariddi

“Ninfa e naiade di tempi passati.
Scilla e Cariddi, mostri mutati.
A Circe e Zeus causaron dispetto,
Infestan l’acque del Messina stretto.

Dilania la prima, l’altra inghiotte,
contro di lor s’inabissan le flotte.
Tra teste di cani e fauci voraci,
State lontani! Non siate audaci.”

Scilla e Cariddi, terrore dei naviganti nel cuore dello Stretto

Nell’antichità più remota, il piccolo tratto di mare che separa le coste siciliane da quelle calabresi era percepito come luogo spettrale ricco di pericoli e insidie anche per i naviganti più esperti. Nonostante si trovi nel cuore del Mar Mediterraneo, lo Stretto di Messina è attraversato da forti correnti e da venti che spirano violentemente, facilitando in tal modo la formazione di vortici che, molto spesso, hanno finito con il risucchiare le imbarcazioni che tentavano di attraversarlo. Tali fenomeni naturali venivano spesso percepiti come manifestazione della volontà divina, dei semidei al quale attribuire dei nomi dalla fama terribile. I più famosi erano Scilla, letteralmente colei che dilania, e Cariddi, colei che risucchia.

nuovipack

Afrodite e Bute

Scilla e Cariddi

Polifemo

Ciane e Anapo

Aretusa e Alfeo

disponibili dal 20 Novembre 2016

Pin It on Pinterest